I borghi di Moruzzo

La villa di Moruzzo era nei tempi andati ed ancor oggi, costituita da più borgate o casali.

Alcuni borghi e ville sono poi scomparsi e ricordiamo: Pauglano, luogo presso Moruzzo indicato dal 1330 e anche dopo, poi ha cambiato nome ed è scomparso: sembra trovavasi tra Moruzzo e Villalta., Basagliuta, una località nella quale si doveva trovare una chiesa votiva poi andata distrutta. Nei pressi o sull'attuale colle di S. Michele a Modotto c'era invece borgo Collovaro del quale oggi non resta alcuna traccia.

Borghi tutt'ora esistenti, breve descrizione:

Calcina, ricordata fino dal 1323. In essa inel secolo XVII fu innalzato un grandioso edificio di abitazione della nobile famiglie dei conti Manin del ramo di Udine che possedevano molti fondi in quella località. La Chiesa dedicata alla SS. Trinità è di fondazione e patronato dei conti Manin.

Tampognacco, borgo noto fino dal 1300, che diede il nome o lo ricevette dal torrentello che scorre poco lontano.

Treppo, borgo nominato fin dal 1365 ove già avevano casa i Perabò, nobili Udinesi, appartenuta poi  al cav. Giacomo della Savia.

Coranzano, (ant. Coronzano) detto anticamente villa, ossia casale. Nel 1238 avevano beni allodiali i signori di Brazzà superiore e poco appresso anche un Rodolfo discendente da uno dei rami vecchi  dei signori di Moruzzo; questi nel 1314 vendeva una selva in Coronzano.

Muriaco (ant. Moriaco) , nel 1344 è menzionato un certo  Zuanius q. D.ni Durigelle de Moriaco; nel 1362 uno Stephanus q.d. Artichi de Moriacho.

Borgo Pegoraro, la grande Quercia

Sulla strada che va da Moruzzo a Colloredo, in via dei Prati - a nord ovest di Modotto per capirci - c'è una grande quercia che è un monumento alla Natura, qui fotografata.